Rendering-3D-Fotorealistico-Interno-12-Rendering-Evolution-Umberto-Oldani

Dettagli e descrizione

RICHIESTA DEL CLIENTE

Lo Studio di Architettura ci ha contattato per realizzare il rendering della camera di un’abitazione, la quale necessitava di un completo restyling dell’ambiente.

L’Architetto responsabile del progetto, data l’importanza del proprio cliente, ha richiesto il nostro intervento affinché venisse realizzata un’immagine estremamente coinvolgente dal punto di vista realistico.

SVOLGIMENTO / TECNICHE UTILIZZATE

Dopo averci fatto pervenire la piantina del locale e una bozza di come i vari pezzi d’arredo sarebbero stati sistemati al suo interno, abbiamo creato i primi modelli e iniziato a disporli nella camera.

Attraverso una continua interfaccia con l’Architetto, giunti al termine della prima fase di studio, abbiamo illuminato la scena, deciso quindi il tipo di illuminazione migliore da adottare e dettagliato i modelli del letto e dei jeans appesi.

La fase più critica è stata senza dubbio quella che ci ha portato a realizzare i materiali da applicare ai vari modelli.
Per renderli altamente realistici abbiamo studiato nel particolare i tessuti che dovevano essere utilizzati e li abbiamo riprodotti seguendo le loro caratteristiche fisiche.
In questo modo abbiamo ottenuto dei materiali pressoché “tattili” e reso l’immagine virtuale iper-realistica.

A questo proposito, se vuoi conoscere su quali elementi occorre lavorare in modo particolare, per ottenere un rendering iper-realistico, ti consiglio di leggere questo articolo che abbiamo pubblicato sul nostro Blog, innovativerendering.com.

Da ultimo, renderizzata la scena, abbiamo lavorato in Post-Produzione per ottimizzare ulteriormente l’immagine e migliorarne l’aspetto finale.

BENEFICIO FINALE

L’immagine finale così ottenuta è senza dubbio altamente realistica, grazie ad una modellazione e ad una cura nella creazione dei materiali pressoché maniacale, siamo riusciti ad ottenere un prodotto di alto livello qualitativo.

Lo stesso Architetto, progettista della stanza, ha avuto il merito di definirla “iper-realistica”, espressione che ci ha ispirato a scrivere l’articolo sul nostro Blog.

Informazioni sul progetto