Blender Render: come usarlo

come-usare-blender
Ebook Gratuito

Scopri come distinguere un buon rendering da un rendering 3D fotorealistico

E-book-RE

Non nascondo che l’approccio iniziale ad un software come Blender spaventerebbe chiunque sia alle prime armi e si trovi davanti una quantità indescrivibile di caselle e comandi.

D’altro canto è impensabile che software di tale potenza in grado di fare pressoché qualunque cosa a livello grafico, siano poveri di impostazioni e richiedano solamente poche ore di studio.

Al contrario serve invece una costante applicazione, sperimentazione ed esplorazione del software per raggiungere risultati di livello qualitativo sempre più elevato.

Tuttavia, la soluzione per avvicinarsi e impadronirsi in modo efficace di Blender senza perdersi nella sua interfaccia è relativamente semplice.

Da dove partire

Per imparare ad usare Blender occorre partire da un progetto reale, meglio se molto semplice.

Cercare di addentrarsi nella giungla di comandi e pannelli per scoprirne tutte le potenzialità è estremamente controproducente.

Provare ad imparare da subito tutte le tecniche per lavorare in ambiente 3D oltre ad essere tremendamente complicato, causerebbe solo una gran confusione.

Meglio concentrarsi su quelle parti del software necessarie allo sviluppo di un piccolo ma reale, e sottolineo “reale” progetto.

All’interno di questo sito puoi già trovare un ottimo tutorial gratuito che ti permetterà di imparare da subito le tecniche essenziali e costruire così delle solide basi da cui partire.

Video-Corso-Gratuito-Blender
Immagini finale del “Video Corso Gratuito Blender”

Organizzare il lavoro

Prima di iniziare un qualunque progetto 3D è di fondamentale importanza pianificare le fasi di lavoro che ci porteranno all’immagine finale.

Fai bene attenzione, non è un argomento banale e scontato, Blender non fa eccezione, è una cosa che troppo spesso viene sottovalutata ma da cui non possiamo prescindere.

Quando apriamo un software 3D è infatti molto facile farci trasportare dall’entusiasmo di iniziare una nuova modellazione, dalla voglia di vedere il nostro modello prendere forma e arrivare il prima possibile in fondo per vederne il risultato finale.

Questo vale anche per chi come me ha già una notevole esperienza e lavora con Blender costantemente.

Tuttavia, buttarsi a capofitto e partire subito all’attacco con il primo oggetto che ci viene in mente, non è una cosa produttiva.

Per il momento occorre tenere a freno la passione perché potrebbe giocare un brutto scherzo, occorre invece pianificare il lavoro.

Cosa si intende per pianificazione

Fare una corretta pianificazione del lavoro significa arrivare sino in fondo senza particolari problemi.

Pianificare vuol dire analizzare ciascun modello che andrà a comporre la nostra scena e pensare a come poterlo realizzare.

Non è così banale come può sembrare.

Devi sapere infatti che ogni oggetto all’interno di Blender può essere modellato utilizzando diverse tecniche e di conseguenza diversi comandi, arrivando sempre ad ottenere lo stesso risultato finale senza però mantenere una certa flessibilità nella gestione del modello.

Blender possiede diverse opzioni al suo interno che possiamo utilizzare per rendere una geometria modificabile nel tempo.

Ciò significa che possiamo modellare il nostro oggetto in modo “non distruttivo”, sfruttando questi comandi avremo sempre la possibilità di modificare il modello.

Osserva il breve video che ho aggiunto qui sotto e vedrai come entrambi i cubi possono essere smussati con tecniche diverse.

Come avrai notato il cubo di destra ha un notevole vantaggio su quello di sinistra: pur avendolo modificato posso in un secondo momento cambiare il valore della smussatura o anche farlo ritornare alla sua forma originale, cosa che non posso più fare con il cubo di sinistra.

Ecco quindi che la tecnica che decidiamo di adoperare all’inizio assume un’importanza strategica.

Come usare Blender in Architettura

Blender è un software molto flessibile ed è perciò adatto a molteplici ambiti lavorativi.

In Architettura viene usato sempre più frequentemente non solo per il fatto di essere gratuito ma anche per via delle sue prestazioni di alto livello.

Al suo interno sono presenti diverse opzioni dedicate proprio alla modellazione architettonica e qualora non fossero fornite di fabbrica si possono trovare altrettanti portali online in grado di fornire plugin particolarmente utili.

Per farti solo un’idea della qualità raggiungibile nella visualizzazione architettonica ti basta fare un giro all’interno dei progetti che trovi in questo sito.

Anche per la realizzazione di un progetto 3D in Architettura, occorre come sottolineato all’inizio, una buona programmazione del lavoro.

Programmazione che parte dall’utilizzare i disegni in formato CAD o più semplicemente in formato immagine, come riferimento.

La modellazione, sia per ciò che riguarda l’esterno che l’interno di un edificio, deve sempre rispondere alla regola di essere costituita da geometrie composte da poligoni di 4 lati, in questo modo evitiamo tanti problemi nelle fasi di lavoro successive.

Luci, materiali e punti di ripresa sono gli altri ingredienti fondamentali per un buon progetto 3D in Architettura, una discreta conoscenza della fotografia può aiutare parecchio nel gestire adeguatamente queste componenti.

Il Rendering finale non è altro che la somma di tutto ciò che è stato fatto nelle fasi precedenti: se abbiamo lavorato in modo ottimale il risultato finale sarà di qualità fotografica, in caso contrario avremo di che continuare ad allenarci.

come-usare-blender-in-architettura
come-usare-blender-in-architettura

Indice dei Contenuti

Altri Articoli
Virtual Tour interno 1
Virtual Tour 360

Il 3D Rendering Virtual Tour rappresenta un’ottima soluzione per visionare un ambiente interno a 360 gradi. È una tecnica che si sta diffondendo sempre più

Leggi Tutto »
Rendering Loft
Rendering Loft

Per un 3D Technical Designer modellare ed eseguire il Rendering di un Loft è un’esperienza molto stimolante. Ambienti così particolari e molto affascinanti ci trasmettono

Leggi Tutto »
Fotoinserimento
Fotoinserimento 3D

Per fotoinserimento si intende l’inserimento, in una fotografia esistente, di un rendering. Mi spiego meglio. Pensa di avere un’area di terreno attualmente costituita da verde

Leggi Tutto »
Blender-cose
Blender: cos’è?

Blender è un software di modellazione e rendering 3D gratuito e open-source, ossia a codice aperto, perciò sviluppabile da terze parti. È un progetto pubblico

Leggi Tutto »

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *